Booktrailer imbarazzanti

Il Mistero dello Strategismo Sentimentale

Fino a qualche giorno fa non mi era mai capitato di vedere, in televisione, la pubblicità di un libro. Mai, giuro. Neanche di uno di quegli entusiasmanti bestseller del calibro de “Twilight” o “Gli Eroi del Crepuscolo”. E guardate che parlo di pietre miliari della storia della monnezza letteratura.
Eppure questa l’ho vista. Ho visto la pubblicità de Il Labirinto Femminile, di Alfonso Luigi Marra. Ecco, forse le semplici parole non bastano a descrivere l’entità del conato di vomito che mi ha sconquassato l’intestino, lo stomaco, l’esofago e perché no, pure il culo.
No, le parole non bastano. Giudicate voi.



Ecco, ora certamente avrete notato la fine pronuncia ciociara della Arcuri, oltre al testo imbarazzante della pubblicità. Nessuno, e sottolineo nessuno, si farebbe mai, e sottolineo mai, convincere da una porcheria di pubblicità come questa! Con quella terribile musichetta di sottofondo degna delle peggiori soap opera! E il messaggino che le arriva e lei legge in un nanosecondo? C’era scritto “puppa puppa puppa”? per non parlare dell’immonda copertina con la foto ammiccante dell’autore illustre sconosciuto.
Ma la vera domanda che sorge immediatamente dopo aver visto questa cosa è: il libro di che cazzo parla? E che accidenti è lo strategismo sentimentale (anzi, per dirlo alla Manuela, lo strateGGismo sentimentale)? Una malattia della pelle?

Vabbè, il post indignato potrebbe anche terminare qui, se non fosse che, nel tentativo di mostrare ad alcuni amici la squallida pubblicità della Arcuri, ho scoperto che ne esiste un’altra! Ebbene sì, hanno prodotto un’altra indegna pubblicità per questo aborto letterario, una pubblicità il cui protagonista è nientedimeno che…LELE MORA! Si vede che, tra una mignotta gentildonna e l’altra riesce anche a leggere dei brutti romanzi…



Ecco, a questo video è davvero necessario dedicare attenzione. Riporto le parole con cui si apre la pubblicità, perché forse voi potrete aiutarmi.

Specchio, specchio delle loro (sottolineato con enfasi dalla voce di Mora e dalla sua espressione accigliata) brame, dì pure a costoro che ciò che riguarda Marra è sempre la cosa più brutta del reame…

Sì, avete sentito/letto bene. Ecco, ora rileggete la frase.
MA CHE CAZZO VUOL DIRE?!?

Vi prego, aiutatemi! Spiegatemelo! Vi giuro che sono una persona di considerevole intelligenza, e ho una più che discreta padronanza della lingua italiana. Tuttavia non riesco a venirne a capo! È davvero incomprensibile questa cosa! E poi lo specchio di sottofondo…
Poi il seguito è ancora più imbarazzante.
Sorvoliamo sul congiuntivo sbagliato (il libro più straordinario che abbia mai letto, non che ho), e anche sulla volgarità del comunicare agli spettatori il suo compenso (1,00 …Marra, anziché affittare Mora potevi comprarti un ebook!); e soffermiamoci sul passo successivo.

…mi sono offerto di rompere il silenzio assordante di quelli che dovrebbero parlare ma credo temano causi gli attesi cambiamenti…

Chi sono quelli che dovrebbero parlare? E quali attesi cambiamenti dovrebbe causare questa porcheria di libro distribuito nelle edicole?
Infine, tocco di classe, l’invito ad acquistare il libro fatto con quell’espressione allusiva ed enigmatica…chissà se la usa anche per invitare le minorenni a casa del Presidente? Magari la prossima volta la Ruby di turno si beccherà una copia del libro di Marra al posto dei cd di Apicella.

Ma basta parlare di bordelli politica, e dedichiamoci ad un’ulteriore analisi del video: è impossibile non notare che stavolta, accanto alla bruttissima copertina del libro in questione, c’è un altro libro, dalla copertina altrettanto brutta, “La Storia di Giovanni e Margherita”.
E via, cerchiamo anche questo. E cosa vi trova, il vostro Psicopompo? Un’altra chicca!



Ecco, adesso sì che il trash ha raggiunto l’apice! Una semianalfabeta napoletana che pubblicizza un libro…scritto da suo padre! Notate lo sguardo obliquo, intento a leggere il testo di quello che deve dire, probabilmente appoggiato su un tavolo lì accanto. E notate come la sua espressione rimanga totalmente invariata nel pronunciare parole come bellezza struggente, probabilmente perché non conosce il significato degli aggettivi che hanno più di sei lettere.
Compratelo, cari lettori, è il liBBro taBBù di un uomo taBBù!
Ma per piacere…


_______________NOTA A MARGINE_____________________________

La lettura di questa parte è facoltativa, e soprattutto totalmente superflua.
Dopo essermi fatto del male con questi tre video, ho deciso di fare un giretto su internet alla ricerca di notizie sull’autore dei due capolavori. Certamente deve trattarsi di un grande illuminato, visto che vuole mostrarci la verità rivelata in merito al rapporto di coppia e all’intimo femminile, argomenti su cui i più grandi saggi hanno discusso (e continuano a farlo) per secoli.
Dalla mia ricerca è emerso che questo tizio è il fondatore di un associazione specializzata in cause contro le banche. Dopodichè, cito quasi letteralmente da Wikipedia, ha scritto diversi libri nel campo della psicologia non essendo psicologo, e della sociologia non essendo sociologo.
Tuttologi, i miei preferiti.
Poi ha fondato il PAS – Partito d’Azione per lo Sviluppo, un partito che “non è né di destra, né di sinistra, né di centro”. Un qualcosa di vagamente qualunquista, insomma, se volete potete anche andarvi a leggere il manifesto del suo partito.
Se penso che quest’uomo è stato anche parlamentare europeo mi vengono i brividi.

0 commenti :

Posta un commento