Questa è la mia vita, se ho bisogno te lo dico...

Prendo in prestito una frasetta di Ligabue per il titolo di questo post, che potrà sembrare bizzarro, folle, eccessivo; tuttavia pensarlo e scriverlo mi ha dato un gran gusto. Molte cose vi saranno più chiare dopo che avrete letto questo post.
Quindi io parlo a te. Parlo a te che non leggi più romanzi da quando hai finito l'Università. A te che il tuo sogno nel cassetto è comprarti l'Alfa a rate. A te che non sei capace di immaginare che differenza c'è tra un Troll di Caverna e un Beholder. A te che pensi che il divertimento vero sia sfondarsi i timpani con musica scadente, o il cervello con roba da fumare, sniffare, bere, ingerire e via dicendo. A te che vègeti tutta la settimana in attesa del sabato sera. A te che non hai mai visto Blade Runner.
A te, io dò il benvenuto nel mio mondo...



I - Geografia del Mio Mondo

A differenza del tuo, il Mio Mondo non ha confini. Si espande all'infinito in tutte le direzioni. Questo potrebbe renderne difficile l'esplorazione, e complica maledettamente le cose quando si tratta di orientarsi. Ma io me ne frego, tanto sono del tutto privo di senso dell'orientamento. :D
Tuttavia, rimangono alcuni punti fermi.

La Città Perduta

La Città Perduta sorge su un grande altopiano, si trova al centro di un'immensa foresta ed è attraversata da un fiume. Insomma, è la classica città perduta. Viene a viverci chi sente il desiderio di "ritornare alle origini", chi ha bisogno di stabilire la sua dimora in un luogo incontaminato, lontano dalla tecnologia, dalla folla, dalla "civiltà".
E' abitata soprattutto da Cacciatori.
E' un luogo certamente non privo di pericoli... ma vuoi mettere?
Io stesso ci passo lunghi periodi di tempo, quando sono in cerca di avventure.

La Grande Parigi

E' l'unico grosso pezzo dell'altro mondo che mi sono portato di qua. E' la città più grande del mio mondo, la più popolata, la più civile. Tutte le Parigi di sempre sono racchiuse dentro La Grande Parigi. Non è raro la sera, mentre si osserva incantati la Tour Eiffel illuminata, svoltare in una stradina e ritrovarsi in piena Esposizione Universale del 1900.
Sì, certo, anche questo complica le cose dal punto di vista dell'orientamento... Ma ho già detto che non è mai stato un problema. Nella Grande Parigi c'è un po' di tutto un po' per tutti. Qui hanno trovato un posto tutti coloro che ne hanno abbastanza del vecchio mondo ma non vogliono lasciarlo completamente, e quindi le due realtà quasi si incontrano: distinti signori di fine '800 chiacchierano amabilmente con Minotauri e Lepricauni, giovani camerieri part-time servono da bere a Vampiri bohemien, e ai lati degli Champs-Elysées è pieno di creature d'ogni genere che chiedono consigli agli Ent, disposti in file ordinate.
Il sindaco è un ebook reader senziente che ha caricati sulla sua memoria tutti i libri mai scritti dalle creature viventi. Ma in questo periodo, nel quartiere dell'Università, è in atto una protesta perchè venga aggiunta una microSD con i libri scritti dagli essere inanimati, compresi i libri che si sono auto-generati. E' una cosa complessa.

I Nomadi del Deserto
Questa è una immensa tribù nomade, che si sposta a piedi o a dorso di cammello, e ultimamente anche con improbabili veicoli alimentati a sabbia e carbone. Quando trovano un posto che gli piace, piantano le tende e ci rimangono per qualche mese. Poi ripartono. La cosa seccante (nel vero senso della parola, ah ah.) è che, dovunque vadano, si portano appresso il deserto. Per questo non possono avvicinarsi troppo ai centri abitati, e quindi sono un popolo abbastanza schivo, anche se molto ospitale.

La Valle dei Monasteri
In questo luogo ameno vivono i Maestri, anziani saggi che esistono da tempo immemore, persino prima che io stesso mettessi piede nel Mio Mondo.
Arrivare qui sembra difficile, ma se il motivo che vi spinge a cercare il consiglio dei Maestri è un buon motivo, non incontrerete difficoltà.
E' uno dei posti che preferisco, nel Mio Mondo, anche se ci sono stato solo poche volte.
Una leggenda dei Nomadi narra che, quando ogni creatura del Mio Mondo avrà viaggiato nella Valle dei Monasteri, il Mio Mondo finirà. Sì, diciamo che anche nel Mio Mondo ci sono i Miei Maya. :D


II - I "Buoni" del Mio Mondo

Eh sì, nel mio mondo ci sono i "buoni". Sono quelle creature che, non c'è niente da fare, sono proprio... buone. Al 100%. Non hanno istinti malvagi, ripensamenti, e non fanno il Bene perchè ne abbiano un tornaconto personale. Come dite? Sono personaggi poco realistici? Eppure vi assicuro che esistono. Qui esistono.

I Maestri

Sono le guide spirituali di ciascun abitante del Mio Mondo. Abitano i monasteri della Valle dei Monasteri, e il flusso incessante di Amore, preghiere e meditazione che i Maestri emanano, mantiene in vita il Mio Mondo. Senza di loro nulla esisterebbe, nella forma in cui è.
Chiunque può domandare il loro aiuto, o il loro consiglio, e prontamente sarà esaudito.

I Cacciatori
Nel Mio Mondo ci sono anche dei pericoli. Sì, perchè se non ci fosse un po' di avventura, sai che palle? Quindi ci sono i Mostri. Sì, proprio i mostri, quelli brutti, cattivi, violenti e infiniti. Sono generati dai pensieri malvagi di chi non vive nel Mio Mondo. Hanno corna, teste, braccia, zampe, artigli, corazze, antenne, code, pungiglioni, ali, rostri, becchi, pseudopodi, falci, zanne, bava, muco, e fanno schifo.
Per combatterli, esistono i Cacciatori.
I Cacciatori sono uomini e donne, o meglio, maschi e femmine di ogni razza possibile e immaginabile, che prendono le armi e combattono i mostri. Sopravvivono grazie alle donazioni della gente che mostra loro gratitudine, e alla vendita di parti anatomiche di mostri utili nella vita quotidiana. Mai provato un grattaschiena fatto con l'antenna di un Blefobednegas? Dovreste.
Anch'io mi unisco a loro, certe volte, quando mi manca l'avventura e mi prudono le mani. Vivono quasi tutti nella Città Perduta.

Le Sacerdotesse della Dea

Sono Grandi Sacerdotesse. Si dedicano al culto della Grande Dea, alle pratiche mediche e all'assistenza ai bisognosi.
Sono belle. Dolci. Sagge.
No, non fanno voto di castità! Diamine, è il Mio Mondo! :D
Risiedono nel Tempio della Dea Madre, che si trova ogni giorno in un posto diverso. Ma vanno anche in giro per il mondo, dove c'è bisogno di loro.
E' così che ho conosciuto Mia Moglie! ^_^

Sì, anche lei è una Sacerdotessa della Dea, ma naturalmente non vive al Tempio... se no altro che "vedersi il fine settimana"! :D
Nel caso ve lo steste chiedendo... sì, Mia Moglie, rientra nei "buoni" del Mio Mondo.





Milo Manara

Il buon vecchio Milo si è ritirato qui molto tempo fa, anche se ci è arrivato passando per altre vie, vie che io non potrei mai percorrere.
Spesso ci incontriamo nella sua casa sul lago, e facciamo lunghe chiacchierate davanti a un buon caffè.
Con lui si può parlare di tutto, ma le discussioni sul senso della sensualità, della sessualità e della comunione d'amore tra due corpi sono i nostri preferiti.
A volte mi regala anche un disegno.

Babbo Tolkien
E' una delle parti preferite del Mio Mondo.
Ogni 3 Gennaio, Babbo Tolkien visita di notte le case  degli abitanti del Mio Mondo e regala a ciascuno di loro un libro con una storia della Terra di Mezzo. Una storia nuova. Per ciascuno. Ogni anno.
Capite la straordinaria gioia che tutti provano in quel momento, no?


III - Altre Particolarità del Mio Mondo

Le meraviglie del Mio Mondo non sono finite qui, ma per elencarle tutte ci vorrebbero parecchie vite. Quindi ve ne accenno solo qualcuna, per darvi un'idea.

Nel Tempio della Dea Madre, il tempo si ferma. Potete rimanere lì quanto volete, e fuori non sarà passato che un attimo. L'ideale quando ci si vuole ritirare a pensare.
Poi lo capite da voi, ci sono pure le Sacerdotesse...


La Biblioteca Viaggiante è un'edificio meraviglioso, che si sposta su enormi binari che attraversano tutto il Mio Mondo. Non salta mai una fermata, non ritarda mai un secondo. E contiene tutti i libri del mondo. Del Mio e di quello "normale".
E il vecchio bibliotecario è pure un tipo simpatico. Si chiama Bastian. E' diventato famoso una volta, in un altro mondo, mi pare si chiamasse Fantàsia, o roba del genere. Ma se glielo chiedete lui ve lo racconta.

Ogni settimana, al Moulin Rouge, fate, ninfe e creature mitologiche d'ogni genere, fanno spettacoli teatrali di grande qualità.
Però solo al Moulin Rouge dell'800, se entrate in quello moderno ci trovate un caffè letterario gestito da tre coboldi e una salamandra.


I Mostri colpiti lasciano cadere Punti Esperienza. E' una cosa inspiegabile, ma importante da sapere: una volta raccolti abbastanza Punti, potete esprimere un desiderio a scelta dall'apposito catalogo.

ATTENZIONE!! Ogni volta che fate una battuta brutta, o una freddura triste, un Folletto muore. Questo accade anche nel mondo reale, ma nessuno lo sa. Tuttavia, qui è una cosa riconosciuta universalmente, perciò si tratta di un reato penale.





Bene, credo di avervi detto tutto ciò che era necessario per introdurvi... A questo punto, non vi resta che venire a fare un salto. Potete scegliere il mezzo che preferite. Un treno a vapore, una carrozza guidata dai Thestral, un Drago della Fortuna, il teletrasporto, una macchina a benzina, a metano, a sangue-di-gnomo o a lacrime-di-viverna... Ma potete anche farvi due passi, tanto non c'è fretta.
Se invece, per tutta la durata dell'articolo, avete riso di me... Allora mi dispiace, non avete speranza di trovare la strada.

11 commenti :

  1. Gran bel post!
    Complimenti, mi sono divertito moltissimo a leggerlo :)
    L'immagine coi mostri che si identificano coi punti esperienza è strabella :-D

    RispondiElimina
  2. Bel mondo, lo compro! (Anzi, facciamo che ogni tanto ti passo a trovare, ok? :p)

    RispondiElimina
  3. Ok, bello complesso e ricco il tuo mondo. ^^
    Grazie per aver partecipato. Ora aggiungo il link a questo articolo. ;)

    RispondiElimina
  4. All'ebook reader senziente sono morto! XD

    Bellissimo il catalogo dei desideri dovuti ai punti esperienza! Simpatico il tuo mondo, sì sì. :)

    Ciao,
    Gianluca

    RispondiElimina
  5. "I Mostri colpiti lasciano cadere Punti Esperienza."

    :-D :-D :-D delizioso! :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  6. grandioso post! bellissima l'introduzione "...A te che non sei capace di immaginare che differenza c'è tra un Troll di Caverna e un Beholder..."

    RispondiElimina
  7. Che bello essere accolto dopo giorni di assenza con tanti commenti e entusiasmo! ^_^

    @Alex Grazie! Sì, effettivamente l'immagine è geniale! :D
    @Giob Ovviamente puoi passare quando vuoi...basta prendere il Minuetto! ;)
    @Domenico Fai come se fossi a casa tua! :D
    @elgraeco Grazie a te, per aver inserito il link ma soprattutto per aver ispirato questo meme! Sono state letture piacevolissime!
    @Gianluca & Alessandro sono le due cose che mi hanno divertito di più, mentre le immaginavo xD
    @Lisse Grazie! ^_^ Effettivamente le differenze sono piuttosto semplici da individuare... U_U

    RispondiElimina
  8. Grandioso, in tutti i sensi. Se avanza una divisa da cacciatore passo volentieri. :-)
    Sulle sacerdotesse non dico nulla sennò la mia Signora mi bombarda.

    RispondiElimina
  9. Che bel posto, mi sa che passo il prossimo 3 Gennaio! Lo confesso, non ho riso di te, ho riso con te!

    RispondiElimina
  10. Grazie Max! ^_^
    Angelo, sei sempre il benvenuto! :)

    RispondiElimina