Top 5: città da post-apocalisse

Ho visto che, in questo periodo, diversi blogger (tipo questo, questo e questo) postano delle interessanti Top 5. E, dato che l'idea mi piace parecchio, e che alla fine da quei post vengono fuori anche spunti di riflessione e discussione interessanti, ho pensato: perchè non fare anch'io le mie Top 5?
Infatti, non c'è un perchè. Quindi adesso le faccio. E comincio con questa Top 5, che spero apprezzeranno gli estimatori della fantascienza post-apocalittica.

5 città in cui ambienterei una storia di fantascienza post-apocalittica


Vi sarà certamente capitato di leggere libri o vedere film di questo genere. Di quelli in cui ad un certo punto si vedono le grandi città del nostro tempo ridotte ad un cumulo di macerie, a deserti disabitati o a folli inferni pieni di fiamme e zombi.
Sì, insomma, il dopo-apocalisse.
Apocalisse nucleare, apocalisse zombi, apocalisse Gialla, apocalisse di rabbia e chi più ne ha più ne metta. 
In quali grandi città ambientereste un vostro racconto di questo tipo? Ecco la mia classifica.

5) New York
Classica, intramontabile, se vogliamo anche un po' old. Sì, perchè da quando è nata la fantascienza, a New York ne sono capitate veramente di tutti i tipi.
Eppure che volete farci, l'immagine della Statua della Libertà in rovina è una delle prime a venirmi in mente quando penso a questo tipo di racconti.
Ambienterei a New York la più classica delle storie, con il genere umano spazzato via quasi del tutto dalla Terza Guerra Mondiale... Ma che comunque ne sta preparando una Quarta. In perfetto human-style.

4) Roma
Eddai, non poteva mancare neanche Lei. La Capitale.
Questa è facile, è la mia città, quindi la conosco abbastanza bene. Anche i posti meno noti, quelli che mi sono più familiari, e nei quai avrei dimestichezza a narrare le vicende di un gruppo di sopravvissuti alla ricerca di cibo, coperte ed energia elettrica. Anche in questo caso, probabilmente, la catastrofe sarebbe di natura bellico-nucleare.

3) Tokyo
Robottoni! Godzilla! Alieni! Virus! Nel Sol Levante c'è solo l'imbarazzo della scelta! :D
Anche in Giappone, come a New York, è successo davvero di tutto. Ma quelle che mi sono rimaste più nel cuore sono le immagini della lotta tra Evangelion e Angeli a Neo Tokyo 3. Eh sì, non credo che la bella Tokyo si salverebbe da una terribile robo-apocalisse

2) Parigi
Ve l'ho detto, no, che è un'ossessione?
Parigi mi perseguita. E' un amore contraccambiato, anche se a distanza.
E qui potrei sbizzarrirmi. Ho in mente una Notre-Dame de Paris in versione apocalittica, con la Cattedrale più famosa del mondo che si erge a ultimo baluardo dell'umana specie contro un terribile virus (la Gialla?) che ha contagiato quasi tutti, trasformandoci in mostri orrendi, inarrestabili e cannibali. Nel frattempo, nelle viscere della città, una Corte dei Miracoli di semi-infetti forse ha trovato una cura...
Uhm, questo quasi quasi lo scrivo davvero. :D

1) Gerusalemme
Finale a sorpresa! Ma neanche tanto, in fondo. La Città Santa ha una bella tradizione di Apocalissi, no? Ecco, qui ambienterei il mio personalissimo, imprevedibile, fantascientifico Giudizio Universale! Con le schiere dei Demòni che assediano il Tempio e gli Angeli trombettieri che suonano la carica al momento dell'arrivano i Nostri.
E allora sì che ci sarebbe da divertirsi, altro che Guerra Santa...


Bene, anche oggi ho detto la mia. Spero che la Top 5 vi sia piaciuta, e naturalmente vi invito a replicarla e a "farla vostra" sui vostri blog!
Io ho scelto cinque grandi città, ma in fondo se ne possono scegliere anche di più piccole e "provinciali". A me personalmente affascina il fenomeno sociale della sopravvivenza "estrema" nelle metropoli, e poi secondo me le immagini che colpiscono di più sono quelle universalmente riconoscibili.

6 commenti :

  1. New York, sempre e solo.

    http://www.storminforms.com/wp-content/uploads/2010/11/Escape_from_New_York_1920x1080.jpg

    RispondiElimina
  2. Benvenuto nel divertente mondo delle Top 5! Il bello è che si sa quando si inizia, ma non si sa quando si finisce! XD

    Bella idea questa classifica e gran belle città per pensare un contesto apocalittico. Devo dire che Gerusalemme ispira molto anche a me, è una città a cui non avevo mai pensato, ma appena l'ho vista in cima alla tua classifica mi sono detto che effettivamente ci sta proprio bene. :)

    Ciao,
    Gianluca

    RispondiElimina
  3. Gerusalemme ispira molto anche a me, così come Tokyo (Giappone XQ___) e Roma. Quest'ultima mi fa pensare a una storia col Papa antagonista. Comunque, se ti interessa la fenomenologia della sopravvivenza estrema nelle metropoli, ci sarebbero Città del Messico e Nuova Delhi: città già caotiche che, in caso di catastrofe, diventerebbero Caos puro.

    Poi vedrei bene anche Istanbul e la magica Torino.

    RispondiElimina
  4. Benvenuto nel divertente mondo delle Top 5! Il bello è che si sa quando si inizia, ma non si sa quando si finisce! XD

    E infatti ho proprio questa sensazione, come di essere caduto nella tana del Bianconiglio! XD

    @Michele
    Belle *_*
    In particolare Nuova Delhi e Istanbul. Torino... Beh, a quella dedicherei un bel triller esoterico. ^_^

    RispondiElimina
  5. Purtroppo, resto convinto che ognuno di noi subirà un'apocalisse di provincia nella propria provinciale cittadina. Al bar all'angolo, probabilmente...

    RispondiElimina
  6. Benvenuto nel magico mondo delle Top 5! Distruggere capitali mondiali è particolarmente divertente, c'è solo l'imbarazzo della scelta ^_^

    RispondiElimina