Top 5: fumetti che vorrei fossero romanzi

Una Top5 abbastanza atipica quella di oggi, credo, visto che non l'ho mai vista su nessuno dei blog che seguo. Mi è stata ispirata tempo fa da un post che lessi su Tapirullanza, sui romanzi che meriterebbero un reboot: ottime idee che, per un motivo o per un altro, hanno generato prodotti al di sotto delle loro potenzialità.
Ora, non voglio scatenare (di nuovo) l'eterna e infinita diatriba sui fumetti, se possano essere considerati arte, pari alla letteratura, o alla pittura, oppure semplice intrattenimento per bambini, oppure boh... Me ne frego.
Solo che, a volte, nella mia lunga carriera di lettore di fumetti (principalmente manga) mi è capitato spesso di desiderare che alcuni di essi fossero dei romanzi, magari scritti in maniera eccellente, con un bel po' di pagine e senza disegni, così da poter gustare le descrizioni e immaginare i personaggi.
Ad esempio, secondo me, molti manga shonen se fossero stati dei romanzi avrebbero avuto personaggi meno clichè, o comunque gestiti meglio.
Certo, il discorso non si applica a straordinarietà tipo Slam Dunk, che trasformato in romanzo sarebbe una cagata pazzesca. O comunque perderebbe del tutto il fascino delle scene di partite di basket.

Un altro manga che, trasformato in un libro,
non avrebbe alcun senso.
Ma adesso sbrigatevi a cliccare qui sotto, per iniziare a leggere la classifica dei CINQUE MANGA CHE VORREI FOSSERO ROMANZI! E non dimenticate di dire la vostra, nei commenti...



5) Get Backers

AUTORE ORIGINALE: Yuya Aoki e Rando Ayamine 
NUMERO VOLUMI: 6 in Italia, 39 in Giappone
GENERE: Urban Fantasy
MI PIACEREBBE LEGGERLO SCRITTO DA: Francesco Dimitri

Iniziamo subito con un bel manga sconosciuto ai più. Si tratta di una vecchia (1999) serie pubblicata in Italia dalla ormai defunta Play Press e purtroppo interrotto con la chiusura della stessa dopo i primi 6 numeri. Sigh.

Inutile dire che in Giappone la serie giunse a conclusione (dopo 19 volumi) e anche a un discreto successo.
La storia è piuttosto semplice, ma interessante: i Get Backers sono Ban Mido e Ginji Amano, due amici inseparabili entrambi dotati d poteri particolari e con un passato avvolto dal mistero (e in entrambi i casi per nulla tranquillo). Ora, passati "dalla parte dei buoni", si guadagnano da vivere recuperando cose rubate (to get back = riprendere). Cose, persone, animali, roba di ogni genere. Inutile dire che, accettando ogni genere di lavoro, si vanno a infilare in situazioni improbabili, spesso pericolose.
Trattandosi di un urban fantasy, a volte scherzoso ma principalmente serio e contenente situazioni inquietanti e un bel po' di sana violenza, mi sarebbe piaciuto leggerlo se fosse stato scritto da Francesco Dimitri. Se non lo avete mai sentito nominare, pentitevi e andate a leggervi Pan. Personalmente lo ritengo il miglior autore italiano di narrativa fantastica, al momento.

4) Berserk
AUTORE ORIGINALE: Kentaro Miura
NUMERO VOLUMI: 38 (in corso di pubblicazione sia in Italia che in Giappone)
GENERE: fantasy Sword & Sorcery
MI PIACEREBBE LEGGERLO SCRITTO DA: R.E. Howard

Mi auguro che Berserk non abbia bisogno di alcuna presentazione, quindi non la farò.
Dico solo che vorrei che le avventure di Gatsu e soci fossero state scritte dall'autore di Conan, e allora sì che saremmo stati tutti molto più soddisfatti. Niente derive "disgustose" (certe scene della saga dell'Inquisizione sono al limite dell'insopportabile), una storia più concisa e cruda al punto giusto.
Poi dai, gli ingredienti base ci sono: spada gigantesca, eroe tenebroso, battaglie, sangue, Amiciza Vera, gnocca, magia, mostri... Praticamente perfetto!

3) Il Violinista di Hamelin
AUTORE ORIGINALE: Michiaki Watanabe
NUMERO VOLUMI: 9 in Italia, 37 in Giappone
GENERE: fantasy umoristico
MI PIACEREBBE LEGGERLO SCRITTO DA: Terry Pratchett

E via con un altro manga sconosciuto & interrotto! Un'accoppiata vincente! :D
Questo straordinario e divertentissimo manga narra le avventure di Hamel, grande eroe che viaggia con il suo inseparabile corvo Oboe alla volta della Capitale del Nord, per sconfiggere il Male incarnato nella persona del Re dei Demoni, Orchestra. Non ridete per i nomi, questa è la parte seria. La parte comica è rappresentata dalle strampalate avventure di cui Hamel è protagonista, dal suo carattere insopportabile e dai continui battibecchi tra i personaggi. Il manga è pieno di richiami alla musica (ma va?) classica, e in effetti l'arma di Hamel è un grosso violoncello magico... Che lui suona sulla spalla, come se fosse un violino. Detto così sembra soltanto un'idiozia, ma vi assicuro che è una bomba. Peccato che in Italia sia stato pubblicato (1997) dalla Comic Art, che ha chiuso i battenti lasciandoci a bocca asciutta.
Dopo questa premessa, va da sé che Terry Pratchett, il mago del fantasy umoristico, riuscirebbe a tirarci fuori un romanzo (o una saga!) strepitoso. E magari riusciremmo anche a leggerlo tutto in italiano...

2) Le Bizzarre Avventure di JOJO - Prima e Seconda Serie (Phantom Blood e Battle Tendency)
AUTORE ORIGINALE: Hirohiko Araki
NUMERO VOLUMI: 17
GENERE: avventura pulp
MI PIACEREBBE LEGGERLO SCRITTO DA: Lester Dent

In teoria neanche Jojo dovrebbe aver bisogno di presentazioni, ma per sicurezza qui un po' di parole le spreco.
Le prime due serie, nello specifico, quando ancora il manga non è incentrato sugli Stand, si prestano davvero alla grande ad un adattamento a romanzo pulp di avventura. Gli elementi ci sono tutti: il protagonista, Jonathan Joestar, vero eroe pulp, l'antagonista cazzuto, l'elemento sovrannaturale, comprimari di tutto rispetto (che a volte stirano pure le zampe), cinesi traffichini coi veleni... Una bomba.
E allora come non chiamare in causa Lester Dent, creatore di Doc Savage, inventore della "Formula" della narrativa pulp? Impossibile evitarlo!
Lui sì che avrebbe tirato fuori da queste due serie una serie di romanzi d'avventura spettacolari!

1) Ushio e Tora
AUTORE ORIGINALE: Kazuhiro Fujita
NUMERO VOLUMI: 33 +7 (origini)
GENERE: urban fantasy, folklore giapponese
MI PIACEREBBE LEGGERLO SCRITTO DA: Neil Gaiman

Ushio & Tora è il mio manga preferito. Sono stato a lungo combattuto se inserirlo in questa top5 oppure no... Poi ho capito che Neil Gaiman gli avrebbe reso giustizia, eccome!
Il manga racconta le avventure di Ushio, giovane e turbolento studente giapponese, figlio di un importante monaco buddhista, e del millenario demone Tora, legato al ragazzo dalla misteriosa e potente Lancia della Bestia. La storia è un viaggio in lungo e in largo per il Giappone, una caccia al terribile demone noto come Maschera Bianca costellata di incontri con creature di ogni genere, spesso appartenenti al folklore e alla mitologia del Sol Levante. Un capolavoro. Solo Neil Gaiman, con la sua attitudine inconfondibile a far convivere il mondo fiabesco con l'urban fantasy, potrebbe rendere un romanzo migliore di questo manga!

Bene, la mia Top5 è terminata... E voi? Avete mai fantasticato su cose del genere? C'è quale "adattamento" che vi viene in mente?

5 commenti :

  1. Peccato davvero per Hamelin e per la sua sciagurata storia editoriale, un vero e proprio spettacolo.
    Interessanti le tue scelte, Ushio e Tora in mano a uno come Gaiman effettivamente sarebbe un bel leggere. Idem le avventure di Gatsu&co gestite da Howard, anche se spesso e volentieri io penso più a Barker (sarà perchè quelli della Mano di Dio sono palesemente un omaggio ai Cenobiti).

    RispondiElimina
  2. sono troppo ignorante in materia, se lo scrivi tu mi va bene:-)

    RispondiElimina
  3. @Buta
    che bello il commento di un fumettaro! :D
    Hamelin e i Get Backers mi hanno fatto rosicare da impazzire... Il primo in particolare, me lo prestò un mio amico anni fa dicendomi "ti passo un po' di volumi per volta"... Poi, arrivato al nono, mi rivelò che era interrotto. L'ho odiato a morte. :D

    A Barker non ci avevo pensato... Sarà che in certi momenti la deriva horror/splatter di Berserk non mi ha gustato per niente...

    RispondiElimina
  4. Bel post, mi stuzzica molte idee ;)
    Dei manga che citi conosco JoJo di fama mentre Berserk, boh, dopo la pessima, pessima deriva fantasy degli ultimi numeri non ho più nemmeno voglia di seguirlo.

    Hamelin sarei invece curioso di leggerlo, dato che ho visto la sua trasposizione animata che ne altera del tutto il tono umoristico, trasformandolo in un fantasy horror molto particolare (ma non lo consiglierei, visto che è fatto in estrema economia con comparto tecnico tremendo...) :)

    RispondiElimina
  5. Bella idea questo post :) Purtroppo pur essendo appassionato di manga non ne ho letti poi molti. Comunque mi sono ritrovato anch'io spesso a pensare a come sarebbe bello vedere un manga sotto forma di romanzo. Probabilmente le storie in tale formato abbatterebbero un sacco di pregiudizi che aleggiano su questi ''strambi libretti che si leggono al contrario''.

    RispondiElimina