Top 5: Giochi da Tavolo (prima parte)

Ta-daaan! :D
Pensavate di esservela cavata solo con il post di lunedì scorso, vero? E invece no!
Con la scorsa Top5 ho avuto un rigurgito geek molto forte, e quindi ho deciso di fare un'altra classifica, stavolta concentrandomi sui giochi di società. Poi però mi sono reso conto che tutti tutti quelli che ci volevo mettere in una classifica sola non ci stanno... E ho deciso di farne tre!
Ma potrebbero anche aumentare in corso d'opera... :D

Quindi se la scorsa classifica vi è piaciuta questa sarà ancora meglio! Oppure, se la scorsa classifica vi ha lasciato indifferenti perché non avete mai giocato ai tcg, questa è la Top5 che fa al caso vostro! O ancora, se la scorsa settimana non avete nemmeno letto il post, potrete rimediare subito! Cominciando a leggere la classifica dei CINQUE GIOCHI DA TAVOLO PIU' FIGHI DI SEMPRE! Parte Prima: gli "originali"



Cominciamo con una spiegazione: cosa intendo con "originali"? Intendo che la classifica di oggi comprende solo giochi da tavolo che non sono stati ispirati da romanzi, film o fumetti.
E poi dalla classifica sarà escluso a priori l'intramontabile Risiko, perchè... Beh, vedrete prossimamente. :D

5) Condottiere
Produttore: Eurogames e Descartes Editeur
Giocatori: 2-6
Durata media di una partita: 1 ora e mezza, massimo 2
Tipo di gioco: gioco di carte - strategia
Ambientazione: Italia del Rinascimento
Come l'ho scoperto: regalino di Natale... :D

Straordinario gioco Condottiere, non molto conosciuto e decisamente particolare come ambientazione. L'unico che io conosca, in effetti, con un'ambientazione così "specifica": il tabellone di gioco infatti raffigura l'Italia centro-settentrionale del Rinascimento, diviso in tanti piccoli Stati, sempre in lotta fra loro. I giocatori vestono i panni dei condottieri (capitani di ventura, in pratica) delle armate di mercenari al servizio delle varie Signorie. Scopo del gioco è conquistare per primi 4 città adiacenti. Si combatte sfidando le città degli avversari e giocando carte, ognuna delle quali vale un certo numero di punti. Ci sono le carte "base" dei Soldati e quelle "speciali", come i Vescovi, i Sindaci, le Eroine e persino l'Inverno. Gioco dalle meccaniche semplici, facile da imparare e abbastanza veloce da giocare, solo le partite tra giocatori esperti tendono a durare un paio d'ore. Unico difetto: la troppa semplicità può trasformarsi in monotonia, è un gioco che va preso a piccole dosi. Comunque il primo impatto con la mappa dell'Italia rinascimentale è straordinario...

4) Anno Domini

Produttore: Editrice Giochi
Giocatori: 3-4
Durata media di una partita: 1-2 ore
Tipo di gioco: gioco di strategia à la Risiko
Ambientazione: Europa medievale
Come l'ho scoperto: la fissa per i giochi di strategia unita alla fissa per il Medioevo portano a scoprire tante cose :D


Ho detto che non avrei parlato di Risiko, non che non avrei minimamente citato uno dei suoi tanti cloni. :D Sì perché in effetti Anno Domini è proprio Risiko in versione medievale, con i castelli al posto dei carri armati e l'Europa dell'Anno Mille al posto del planisfero canonico di Risiko. Io l'ho sempre trovato un gioco stupendo, mi piaceva anche più di Risiko, sia per la sua ambientazione sia per le carte che si pescavano dopo aver conquistato gli stati avversari: potevano stravolgere gli equilibri del gioco, completamente. Poi uno dei giocatori era il Papa, e questo portava benefici vari, tra cui quello di poter giocare sempre per ultimo. Ogni giocatore dispone all'inizio di quattro Cattedrali, che posiziona dove vuole, e alla fine vince chi ne conquista otto. Tra l'altro, a differenza di Risiko, in AD c'è un massimo di castelli che si possono piazzare su un territorio, e un massimo di attacchi per turno. Peccato il limite di 4 giocatori, un po' pochini...

3) Coloni di Catan

Produttore: Kosmos, 999 Games e altre a seconda del Paese
Giocatori: 3-4, fino a 6 con le espansioni
Durata media di una partita: 2 ore
Tipo di gioco: gioco di commerci, scambi e gestione risorse con mappa modulare
Ambientazione: isola di Catan, epoca imprecisata
Come l'ho scoperto: a casa di uno dei miei amici geek delle scuole medie

Per me il primo approccio con I Coloni è stato uno shock: per la prima volta avevo a che fare con un gioco da tavolo con la mappa modulare. Sì, il tabellone di gioco che si costruisce in medias res. Una figata stratosferica. Ricordo periodi di partite a rotta di collo, una dietro l'altra, fino all'ora di cena.
In sostanza, i giocatori sono dei coloni giunti nell'isola di Catan, che fondano una comunità e devono farla prosperare e trionfare sulle altre attraverso il controllo di territori e risorse e attraverso scambi commerciali con gli altri giocatori. Nonostante le poche occasioni di scontro reale con gli altri giocatori, il gioco è avvincente e divertentissimo. Le partite tra noi tendevano a durare parecchio, anche più di due ore... Delle espansioni uscite non so nulla, presto tra noi i giochi da tavolo lasciarono spazio alle partite di MECCG. ^^''


2) Serenissima

Produttore: Eurogames e Jeux Descartes
Giocatori: 2-4
Durata media di una partita: 2 ore
Tipo di gioco: gioco di commerci, scambi e combattimenti
Ambientazione: Mediterraneo nel Rinascimento
Come l'ho scoperto: regalino di Natale! :D Che bello avere una madre che asseconda le tue fisse...

Serenissima è stato, da sempre, il gioco da tavolo che preferivo per l'ambientazione. E lo è ancora oggi. L'idea di giocare nel Mediterraneo delle Repubbliche Marinare, degli scambi e degli scontri tra Venezia e i Turchi mi ha sempre affascinato da morire. La meccanica di gioco è splendida, con i diversi porti del Mediterraneo che producono diverse merci a seconda della zona... Ed è necessario interagire moltissimo con tutti i giocatori per poter ottenere il maggior numero di merci. I combattimenti, durante il gioco, sono ridotti al minimo, fatta eccezione per l'ultimo turno, in cui di solito ci si scatena con folli Battaglie di Lepanto tra tutte le fazioni! :D
Difetti? Sì, il numero dei giocatori, ancora una volta. Il fatto è che si deve giocare per forza in 4. In 3 e in 2 le partite sono molto meno divertenti, quasi noiose.


1) Carcassonne

Produttore: Venice Connection
Giocatori: 2-5, fino a 6 con una delle espansioni
Durata media di una partita: 1 ora
Tipo di gioco: strategico con mappa modulare stile domino
Ambientazione: Medioevo, città di Carcassonne
Come l'ho scoperto: sono stato a Carcassonne :D

La mia ultima fissa in fatto di giochi da tavolo. L'ho scoperto tardi, un paio di anni fa in occasione di un viaggio nel Sud della Francia. Il massimo in fatto di giochi con mappa modulare, Carcassonne è un gioco stupendo, di strategia e anche un po' di fortuna. La mappa si forma man mano che si gioca, anzi, il gioco sta proprio in come si posizionano le tessere territorio e come si sceglie di controllarle con il limitato numero di seguaci a disposizione. Divertentissimo da giocare sia in tanti che in 2, Carcassonne dispone anche di un numero impressionante di espansioni. Grazie a queste, diventa un gioco simile ai giochi di strategia per PC, tipo Age of Empires. Giocato "liscio", invece, sembra una partita a scacchi. Decisamente il mio gioco da tavolo preferito, di questo genere.

Ecco qui, la prima di queste classifiche sui giochi è terminata. L'appuntamento è per lunedì prossimo, e per quello dopo ancora... Si parlerà di Risiko e anche di giochi che sono adattamenti di opere di vario genere. Roba da veri geek! :D

7 commenti :

  1. in questi post non posso non commentare
    Carcassonne è veramente ottimo, veloce ed equilibrato nella strategia. Io uso un paio di espansioni classiche lasciando perdere quelle piu fantasiose uscite in seguito.
    Per "deformazione professionale" in lista avrei messo anche Arkham Horror ;)

    RispondiElimina
  2. Tutti ottimi e davvero ormai intramontabili classici, condivido appieno la classifica!

    Ti consiglio anche "Puerto Rico": http://it.wikipedia.org/wiki/Puerto_Rico_(gioco)

    E, fra i migliori che ho provato da un paio d'anni a questa parte, anche "Chaos nel Vecchio Mondo" dell'intramontabile Games Workshop (con o senza espansione Skaven): http://warhammerlcg.forumfree.it/?t=47808727

    RispondiElimina
  3. Carcassonne è una vera delizia, non mi stancherei mai di giocarci. Unico problema, quando accumuli espansioni, è la durata che si allunga in maniera esponenziale...

    Mai giocato a Puerto Rico? Merita, un gioco fatto di strategia e pianificazione come pochi altri... :)

    RispondiElimina
  4. @Matteo ahahah! Vedo che con i giochi ho attirato la tua attenzione! :D Sono contento :)
    Arkham Horror non l'ho inserito perché è ispirato alle storie di Lovecraft, quindi lo tengo per una delle prossime puntate! ;)

    @Alessandro Puerto Rico, consigliatomi anche da Narratore, lo proverò assolutamente! ^_^
    Per l'altro gioco ambientato nell'universo di Warhammer vale lo stesso che per Arkham Horror! :D

    @Narratore concordo in pieno per quanto riguarda le espansioni che allungano di molto le partite... Però quando si gioca in 5 o 6 la cosa può non guastare

    RispondiElimina
  5. Eh, eh ho segnalato i vostri succulenti post sui giochi (e non solo) a chi ne sarà deliziato.

    RispondiElimina
  6. Che bel post!
    Provati tutti questi giochi tranne I coloni di Catan, che non conoscevo.
    In più ne ho testati altri in inglese, alcuni davvero artigianali, eppure divertenti ;)

    RispondiElimina