2MMN - Capitolo 6: il "making-of"

Ehilà! C'è ancora qualcuno su queste pagine?
-pagine...
-agine...
-ine...
-e...
Eco a parte, spero davvero che qualcuno di voi cari lettori sia rimasto sintonizzato su queste frequenze, nonostante la mia assenza ormai quasi totale dal blog.
Dal blog e dalla rete, ancora una volta.
Tanto che, questo post, ho cominciato a scriverlo una settimana fa, e sarebbe dovuto uscire nel week-end. Ma tant'è, questo ormai è il massimo che riesco a farlo, almeno sarà pubblicato prima dell'ora di pranzo! :D

Per adesso, veniamo al vero motivo di questo articolo.
Mi auguro che qualcuno di voi se ne sia già accorto, ma comunque, per i più distratti, vi faccio un riassunto: mercoledì 13 Febbraio è iniziata ufficialmente 2 Minuti a Mezzanotte: Nativity!
Di che si tratta? Beh, della seconda stagione della round robin supereroistica più figa d'Italia, quella ideata e iniziata ormai quasi un anno fa dal ben noto Alex Girola. Ma sì, non vi ricordate? Quella a cui ho partecipato anche io, con il 24° capitolo, di cui ho pubblicato poco dopo un bel making-of con annessa cut-scene.

Beh, insomma, mi auguro che non ci sia da rispiegarvi tutto dall'inizio! ;)
In compenso però vi posso linkare il trailer di questa "seconda stagione" e il capitolo 0 di Alex. Così, per farvi venire un po' di curiosità, se ancora non siete dei lettori accaniti.
Quindi, visto che l'anno scorso mi sono divertito parecchio a scrivere il mio capitolo, ho deciso di propormi anche per la seconda stagione (d'ora in poi 2MMN), e con mia grande gioia sono stato inserito tra i partecipanti.
Il mio capitolo è uscito, puntualissimo, mercoledì scorso, e io finalmente sono riuscito a scrivere questo benedetto "dietro le quinte"!

Dunque, innanzitutto una piccola premessa: questa volta il mio capitolo è stato il sesto, quindi avevo già deciso dall'inizio che mi sarei preso la piccola libertà di inserire "qualcuno" nella storia. In fondo, mi sono detto, si tratta di uno dei primi capitoli, siamo ad un terzo della storia, si può fare.
Tuttavia, memore dei numerosi commenti (della scorsa stagione ma anche di questa) che chiedevano di non far perdere le tracce di personaggi e situazioni dei primi capitoli in favore di "nuove aggiunte", mi sono trovato un po' combattuto... Poi mi sono detto: ho fino a 1.500 parole, farò entrambe le cose.
Passiamo quindi alla prima fase...

- Prima parte: riprendere il filo del discorso

Ho deciso di cominciare subito a scrivere i "seguiti" di alcune situazioni dei capitoli scorsi, per poi utilizzare le restanti parole a mia disposizione per inserire la farina del mio sacco.
Che avrei utilizzato Libby, riprendendo l'accenno fatto da Alex nel Capitolo 0, l'avevo già deciso. Tanto che ho anche chiesto l'autorizzazione ad Alex con qualche giorno d'anticipo. :D
Volevo però riprendere anche qualcosa dagli altri capitoli... La rosa delle scelte era abbastanza ampia:
- Bannon / Valerie, dal capitolo di Davide Mana;
- Ram Dao e Jackson, dal capitolo del Giobblin;
- Clark, dal capitolo 1 di Alex.
Per una storia che conta solo 5 capitoli, insomma, c'è già parecchia carne al fuoco.
Per mia sfortuna, nel capitolo precedente, Massimo Bencivenga ha portato avanti la vicenda di Bannon e Valerie, tra l'altro in maniera decisamente spettacolare. Quindi la prima ipotesi l'ho scartata una settimana prima di iniziare a scrivere. :D
La seconda ipotesi... Diciamo solo che ve la propino la prossima settimana, come cut scene! ;)
Rimaneva la terza ipotesi, oltre alla scena con Libby.

Quindi, una volta fatti i miei conti, mi sono messo a scrivere. Come ho detto nei commenti, volevo tratteggiare una Libby più "dark", che agisce da sola e per motivi assolutamente personali. Sempre come ho detto nei commenti, forse ho esagerato un po' facendole uccidere senza pietà uno dei poveri sorveglianti: forse un po' troppo dark, e un po' fuori personaggio.
L'ho immaginata intenzionata ad introdursi negli stabilimenti della Hypotetical, perché nel Capitolo 0 la cosa che l'aveva colpita di più era la storia dei campioni genetici rubati da Ulysses... E, ovviamente, ho immaginato che non lo stesse facendo per e con lo START.
Mentre scrivevo, gli avvenimenti si susseguivano abbastanza rapidamente nella mia testa, ma arrivato al momento dello scontro con la "copia" di Starcrusher... Beh, come ho già detto nello scorso making-of, non sono bravo a scrivere scene d'azione. Quindi ho preferito lasciare un po' di suspense e cedere l'ingrato compito a qualcuno più capace di me. Lo so, non è molto coraggioso da parte mia... Ma, mi sono detto: perché abbassare la qualità della storia quando ci sono un sacco di autori che scrivono scene di combattimenti coi fiocchi? Tiè.

Veniamo quindi a Clark... L'avevamo lasciato incerto sullo schieramento da scegliere, con delle informazioni da vendere. Niente di meglio, per me, che fargli scegliere con chi schierarsi! Una di quelle belle scene "chiacchierate" che a me piacciono tanto. :)
Però, però... Tornare con Kedives? Naaaah! Troppo poco interessante. Fortress Europe? Dopo la sua palese dichiarazione di non sopportarli granché? Naaaah!
Mi sembrava quasi una scelta obbligata: lo START. Ma poi la mia grande cultura di lettore di spin-off di 2MM mi è venuta in aiuto: i Russi! In qualsiasi storia di spionaggio che si rispetti c'è qualcuno che vende informazioni ai Russi! :D Un'ottima scappatoia per movimentare la scena e per far entrare in gioco la bella e pericolosa Sibir. Nella scorsa stagione non si era affacciata per niente, nonostante si tratti di fatto di una Super molto nota in Europa: impossibile resistere alla tentazione di tirarla in mezzo, soprattutto dopo che avevo già scritto dell'entrata in scena di Libby! Prevedo scintille... ;)

Insomma, tra una cosa e l'altra ero arrivato a quota circa 600 parole... parecchie meno di quelle a mia disposizione: c'era tutto lo spazio per inserire un nuovo personaggio...

- Seconda parte: la "farina del mio sacco"

Eccoci: dovevo buttare nella mischia qualcuno di "mio".
La prima ipotesi, quella su cui ho lavorato un bel po', ma che poi ho accantonato senza nemmeno provare a realizzarla è stata quella del fratello di Valerie.
Mi piaceva l'idea che qualcuno avesse a cuore la ragazza, e che la stesse cercando.
Qualcuno giovane, magari irruento, ma sicuramente non un Super. Forse qualcuno aveva ripreso la scena con gli stormtrooper della Hypotetical, e lui aveva riconosciuto sua sorella.
Avevo anche iniziato a delinearne la personalità: un tipo sveglio, dotato di intuito e di un'intelligenza di tipo matematico. Curioso, probabilmente amante delle "teorie del complotto". Non il classico fratello maggiore protettivo, piuttosto un fratello minore con il mito della sorella "impegnata". Un ragazzo portato a "risolvere problemi", ma piuttosto incline a cacciarsi nei guai. Un tipo potenzialmente simpatico...

Poi, la folgorazione.
Possibile che in tutto questo casino, in tutta questa storia di complotti, Super, agenti e compagnia bella... Il Vaticano non c'entri nemmeno poco poco?
Naaaah! :D
Una attenta ricerca su internet mi ha portato ad un'intervista ad Antonella Colonna Vilasi, giornalista e saggista, di cui ho avuto modo di leggere qualche tempo fa un saggio sulle Mafie, mentre mi documentavo per la scrittura di uno spettacolo teatrale sul tema. In questa intervista la Vilasi parla appunto dell'Entità, il poco noto Servizio Segreto Vaticano. Devo dire che non ho speso tempo a verificare le informazioni: lo spunto era perfetto, il nome fighissimo, andava benissimo così.
Il mio personaggio avrebbe fatto parte dei Servizi del Vaticano, e si sarebbe mosso per... Perché?
Le ultime battute del capitolo 5 mi hanno aiutato: Valerie è il suo obiettivo.
Il personaggio di Christian Maria Rosenkreutz (oltre a contenere una citazione rosacrociana) appartiene ad una mia storia mai completata, una specie di thriller "soprannaturale" in cui c'entravano il Vaticano (in origine Rosenkreutz faceva parte delle Guardie Svizzere) e un'equipe di scienziati che tenta la clonazione del DNA presente sulla Sacra Sindone con discutibili risultati... Una cosa potenzialmente interessante, ma ferma all'inizio da almeno sei anni.
Qualche aggiustamento qui e là, un lieve "instronzimento" del buon Christian et voilà, il gioco è fatto. Avevo il mio personaggio extra, non Super, come volevo io.

Mentre scrivevo, ho poi deciso di affiancargli un compagno... Sono un estimatore del cliché "poliziotto serio" + "poliziotto scemo che sdrammatizza", quindi il compagno di Rosenkreutz avrebbe dovuto alleggerire la situazione: un ragazzo, un giovane Super con un potere non "offensivo", qualcosa di utile ai fini della missione... Qualcosa che permettesse degli spostamenti rapidi, per esempio. Un buon teleporter era quello che ci voleva. Giovane, un po' nerd ma non troppo, così da non sovrapporsi ad altri personaggi ben riusciti già presenti nella round robin (come Pi Quadro)... Così è nato Passaporta. La citazione da Harry Potter non sto neanche a segnalarla... :D

- Terza parte: ispirazioni e "tributi"

Nei commenti al capitolo il buon Gianluca ha mostrato di aver colto la citazione dal Heroes... "uno di noi, uno di loro" è anche il titolo di una delle puntate della Serie TV. Si riferisce all'abitudine della "Compagnia" di agire inviando in missione un agente "normale" ed uno dotato di superpoteri. Mi sembrava figo, e l'ho inserito.
Un "tributo" che, invece, è così minimo e "ricercato" che nessuno poteva effettivamente coglierlo, è quello a Le Bizzarre Avventure di Jojo - Serie VI - Stone Ocean che ho fatto con il "nuovo" Starcrusher.
Ebbene sì, anche in questo capitolo ci ho dovuto incastrare uno dei miei manga preferiti di sempre. :D
Il vecchietto che ho scelto per "ereditare" il potere di Starcrusher me lo sono immaginato (afroamericanità a parte) simile ad un personaggio tremendamente secondario della VI serie di Jojo, il vecchio Kenzo. Un gran bel bastardo, per la verità. :D
Infine, nella parte iniziale, quella in cui getto un po' di luce sul Protocollo, ho inserito una delle mie fisse "letterarie": il Papa.
Chi di voi ha letto il mio Repubblica di Sangue sa bene che anche quello si apre con la figura di un Pontefice che parla... Che ci volete fare, mi affascina! :D

Bene, questo è (quasi) tutto, gente!
Quasi perché? Perché in settimana aspettatevi una seconda parte del making-of, con qualche immagine ispiratrice dei personaggi che ho creato.
Infine, nel week-end o nei primi giorni della prossima settimana, la cut-scene! ^_^
Nel frattempo, tenetevi occupati con il Capitolo 7 di 2MMN, in uscita nelle prossime ore!

3 commenti :

  1. Finalmente ti trovo a casa ...e con un sacco di novità tutte da leggere. Menù pasquale ricco e variegato con ingredienti di primissima. Ne approfitto subito.

    RispondiElimina
  2. Bel Making of, valeva la pena aspettare... Mi dispiace di averti "tolto" Valerie e Bannon, ad ogni modo la trovata di tirare in mezzo il Vaticano è stata molto bella... chissà che segreti hanno condiviso Tesla e Eugenio Pacelli :-) non ho colto la citazione di Heroes, ma quella ben più semplice di Rosenkreutz (le nozze alchemiche o qualcosa del genere) sì. Ed è stato bello e ardito associare la cristianità e il suo lato esoterico. L'Entità avrebbe anche un nome più classico, ma oltremodo noioso e privo di climax: Santa Alleanza. Per saperne di più, anche del loro braccio armato, ti consiglio i libri di Eric Frattini: Cmq bel capitolo e bel making of

    RispondiElimina
  3. Letto e gustato, fa sempre piacere vedere i dietro le quinte! :)

    RispondiElimina