Il miglior libro del 2013*

Era un po' che da queste parti non mi avventuravo in consigli libreschi, a parte qualche consiglio per gli acquisti fatto di recente, però questa volto non posso proprio esimermi dal postare questa segnalazione/recensione. Del resto il titolo del post è molto eloquente, non trovate?

Naturalmente ho ritenuto superfluo indicare nel titolo che si tratta del miglior libro del 2013 secondo me. Le professoresse me lo hanno insegnato dai tempi dei temi alle medie che un "secondo me" in questi casi è pleonastico...
Dunque, il libro in questione è un bel pulp, ed è l'opera prima di Paul Malmont, autore americano che pare si stia specializzando nel raccontare storie che hanno come protagonisti grandi scrittori del passato. Il titolo del miglior libro che ho letto nel 2013 è The Chinatown Death Cloud Peril, e può essere acquistato su Amazon per la modica cifra (neanche tanto) di 7,48 €.

Due parole sulla storia. Innanzitutto, questa si basa su un presupposto, che è una domanda: E' possibile distinguere, in una storia, quando è che il narratore si allontana dalla "storia vera" e scivola nel pulp?
Chissà, forse, se chi racconta è abbastanza bravo, no.
E proprio su questo riflettono e dibattono (e litigano) i due protagonisti del romanzo: Walter B. Gibson e Lester Dent. Che, nel caso non lo sapeste, sono due dei più grandi scrittori di pulp... Nell'era dei pulp.
Prestigiatore e creatore di The Shadow il primo, creatore del mitico Doc Savage il secondo (ah, giusto, anche inventore della "formula"), tra i due c'è ovviamente una fortissima rivalità, alimentata da un misterioso episodio citato all'inizio come "quella volta del Golden Vulture", che poi è una storia che... Vabbè, dai, niente spoiler!

Dunque, tutto comincia con la misteriosa morte di H. P. Lovecraft, mitico scrittore di horror e amico di Gibson, che "manda un messaggio" allo scrittore... No, un momento. In realtà tutto comincia con un intrigo internazionale, e potrei giurare che c'è di mezzo il Kuomintang, e un'isola maledetta e dei mostri che vagano nella notte! No, no, aspettate. E' più probabile che tutto cominci con la bella e disperata moglie di Lester Dent, depressa per un'indesiderata interruzione di gravidanza, che passeggiando per la Chinatown di New York
col marito si intrufola in uno strano tempio e trova un tesoro che non dovrebbe trovare...
Accidenti, sto facendo confusione. Forse mi orienterei meglio con un elenco, sì, una chiara suddivisione per punti potrebbe rendere l'idea.
Allora, in questo libro c'è:

- la rivalità tra due dei più grandi scrittori di pulp di tutti i tempi;
- un misterioso idolo d'oro;
- templi nascosti;
- guerra fra Tong nella Chinatown di New York**;
- un'isola maledetta, che in realtà...;
- intrighi internazionali;
- morti misteriose;
- un uomo misterioso che a Gibson ricorda proprio la sua creatura, L'Ombra;
- rapimenti;
- apparizioni;
- il tentativo (ben riuscito) di dimostrare come a volte la Storia sia "pulper than pulp".

Ecco, forse ora sono stato più chiaro.
Ah, e non vi ho detto che a fare "squadra" con Gibson e Dent ci sono L. Ron Hubbard (sì, quello di Scientology, prima che diventasse "quello di Scientology") e una esotica sexy mentalista...
Ragazzi, se non vi ho convinti ora non so proprio come fare!

Il romanzo (disponibile, ovviamente, solo in inglese) si legge che è una meraviglia, la lingua non è difficile e in ogni caso il dizionario presente nel vostro e-reader (nel caso ne aveste uno) è un supporto più che sufficiente. Si tratta di 400 pagine da divorare, soprattutto se, come me NON siete esperti dell'universo pulp. E questa è in effetti una delle cose che mi ha fatto innamorare di questo romanzo: l'ho letto in un momento in cui stavo proprio esplorando il mondo delle vecchie riviste, delle storie scritte per un pugno di cent a parola, di Doc Savage e de L'Ombra... Ed è stato perfetto. Mi ha fatto scoprire aneddoti, mi ha spinto a leggere biografie, ha dipinto, davanti ai miei occhi, un meraviglioso quadro dell'Era dei Pulp. E per questo è stato il miglior romanzo che ho letto nel 2013.
Concludo dicendo che di questo libro esiste una specie di "sequel": The Astounding, the Amazing and the Unknown, che sembra proprio una storia col botto, ma che non ho ancora acquistato a causa di un proibitivo prezzo di 13 € e spicci in versione kindle.

______________________________________
* Come dite? Siamo nel 2014 da diversi mesi? Sì, lo so, il post è un po' in ritardo... Ma che fate, non lo leggete?
** A proposito di guerra fra bande, tong e Triadi... Sapete che Davide Mana ha pubblicato uno splendido "agile volumetto" sulla storia e la leggenda delle Triadi Cinesi, con tanto di statistiche, aneddoti, elenco dei trentasei giuramenti... Una robetta niente male! 

2 commenti :

  1. Mi hai convinto, preso! Però in cartaceo a 9€

    RispondiElimina
  2. Grandeeee! Hai fatto un affare! ;)
    E io mi sento soddisfatto del mio post! :D

    RispondiElimina